turismo@acqualagna.com (+39) 0721 796741

Varietà di Tartufo

Ad Acqualagna durante tutto l’anno possiamo gustare diversi tipi di tartufo. Questo avviene grazie al tipo di clima e di terreno che circonda tutta la zona. Il tartufo, conosciuto sin dall’epoca romana e greca, è sempre rientrato tra i prodotto più buoni che la terra potesse offrirci. Ed è per questo che Acqualagna ha deciso di riunire diversi eventi, durante i 365 giorni che compongono l’anno, dedicati a questo importantissimo prodotto enogastronomico.

Tuber Magnatum Pico

E’ il più famoso dei tartufi e il più costoso in commercio. E’ di forma più o meno rotondeggiante e regolare con cavità e sporgenze. La parte esterna è liscia o quasi, di colore giallo-biancastro. Il colore interno varia in base al grado di maturazione a cui è arrivato e alla pianta con la quale è vissuto in simbiosi e può variare dal bianco al marrone al rosato. Di odore forte e molto aromatico è molto digeribile e solitamente viene consumato crudo, affettato finemente su varie vivande. Si conserva poco, infatti è molto breve il periodo tra la maturazione e la marcescenza. La Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna si svolge l’ultimo weekend di Ottobre e i primi di Novembre ed è dedicata proprio al Tuber Magnatum Pico.

Tuber Melanosporum Vitt

Tartufo dalla scorza nera rugosa con verruche minute, è il tartufo alimentare per eccellenza perché è molto appetitoso e ben digeribile. L’interno è dapprima chiaro se acerbo e nero-violacea con vene bianche fini e ben definite a completa maturazione. Tramanda a maturità un grato odore aromatico ed ha sapore squisito che manifesta con la cottura. Vive in simbiosi con varie piante, fra le quali primeggiano Quercia e il Carpino. Matura da metà novembre a metà marzo. A questo tartufo è dedicata la Fiera Regionale del tartufo Nero Pregiato.

Tuber Borchii Vitt o Tuber Albidum Pico

Tuber Borchii vitt o Tuber albidum pico, detto anche “Marzuolo“. Generalmente ha forma rotondeggiante e regolare e non raggiunge mai grosse dimensioni. La scorza è di colore chiaro e liscio, la polpa, molto chiara per il tartufo acerbo, diviene di colore fulvo a maturazione raggiunta. Emana un profumo meno forte del Tartufo Bianco Pregiato ed è abbastanza comune trovarlo ovunque vegeti il Tartufo Bianco. Si raccoglie da febbraio a marzo ma non è raro incontrarlo in aprile e anche in autunno.

Tuber Aestivum Vitt

Tuber aestivum vitt. Della grossezza dai 3/4 cm. ai 10 cm. possiede una scorza bruno nerastra , con verruche a forma piramidale e per questo detto Scorzone. La polpa è di colore nocciola che scurisce a maturazione avvenuta, con numerose vene di colore biancastro. Emana un debole profumo di fungo, è commestibile ma di valore minore rispetto al Tartufo Nero Pregiato. Matura da maggio all’autunno. Questo tartufo è il protagonista della Fiera Regionale del tartufo Nero Estivo.