turismo@acqualagna.com (+39) 0721 796741
Pietra d’autore Acqualagna
6 febbraio 2012

 Sito internet http://www.pietradautore.it/
Tra le attività artigianali che hanno reso celebre il nome di Acqualagna nel mondo, un ruolo particolare va assegnato alla lavorazione artistica della pietra. Una tradizione secolare che affonda le sue radici nell’opera degli antichi scalpellini del Furlo, che grazie alla loro abilità e all’agevole reperibilità del materiale nelle “cave”, realizzarono anche importanti opere e strutture architettoniche di Urbino. Da allora l’abilità artistica si è unita alle più moderne e sofisticate tecniche di lavorazione, favorendo la produzione di manufatti conosciuti e apprezzati non solo in Italia, ma anche nei paesi del Nord Europa, negli Stati Uniti e in Giappone.

 

MOSTRA “ASTRAZIONE/EMPATIA”, Pietra d’Autore di Acqualagna Ecodesign – Abbazia di San Vincenzo al Furlo, dal 14 luglio al 18 settembre 2010

La mostra “Astrazione ed Empatia”, pietra d’autore ed ecodesign,   promossa  dal Comune di Acqualagna – Assessorato alla Cultura e Assessorato alle Attività produttive – e realizzata nell’anno 2010 nella suggestiva Abbazia di San Vincenzo al Furlo, si inserisce all’interno delle manifestazioni del Sistema Provinciale di Arte Contemporanea (SPAC). L’iniziativa ha rappresentato l’inizio di un percorso di crescita e di confronto tra più livelli di conoscenza e progettualità, al fine di promuovere la creatività e la tradizione dei laboratori artigianali di Acqualagna. L’idea alla base del progetto elaborato e promosso da questa Amministrazione vuole promuovere la produzione della pietra che partendo dalla tradizione storica della lavorazione della pietra rosa delle cave del Furlo arrivi a costituire una identità, un valore aggiunto per questo territorio e le sue attività. Le opere di arte contemporanea e designer in pietra, realizzate dai laboratori di Acqualagna, sono pensate per un arredo di qualità sia di interni che di spazi esterni, e non relegate esclusivamente agli approfondimenti artistici o alle esposizioni museali
 

 PREMIO BIENNALE “ALDO GAMBA”
Il Comune di Acqualagna attraverso l’istituzione del Premio biennale “Aldo Gamba” vuole promuovere il territorio e rendere omaggio allo scultore Aldo Gamba nato in Acqualagna nel 1881 e ucciso dai tedeschi lungo la via Flaminia nel 1944. Delle innumerevoli opere scultoree la più importante è la realizzazione del monumento dell’Avana in onore di Maximo Gòmez y Bàez (1876-1905) glorioso protagonista della guerra di indipendenza di Cuba. Il premio vuole favorire la collaborazione con le istituzioni regionali e provinciali, le organizzazioni di categoria, istituti di ricerca e progettazione nel campo dell’urbanistica ambientale con designer e artisti di arte contemporanea, per stimolare la formazione di una rete condivisa sul piano della identità e qualità per poter competere nel campo produttivo e culturale.

Il Premio “Aldo Gamba” si inserisce nel percorso della Pietra D’Autore ed Ecodesign di Acqualagna. Il premio vuole essere l’inizio di un processo di crescita e di confronto tra più livelli progettuali, che promuova la creatività dei laboratori artigianali di Acqualagna e che, partendo dalla tradizione storica della lavorazione della pietra rosa delle cave del Furlo, possa costruire una identità e uno stile come valore aggiunto per tutto il territorio.

La finalità del Premio biennale “Aldo Gamba” è elevare la qualità e l’unità attraverso la comprensione dell’identità naturalistica del luogo e dei beni storico-ambientali utilizzando la pietra come “genius loci”. Il nostro progetto di bando intende superare una diffusa omologazione e proporre una progettualità del design in funzione delle macchine a controllo numerico, ottimizzando la qualità, abbandonando l’ambiguità dell’arte applicata, del made in Italy, che deve essere superata dall’”Italian style” per pervenire ad uno stile formale di manufatti in pietra che siano riconoscibili come identità del luogo. Un luogo che si combina a divenire produttore di cultura sostenibile in armonia con la natura e l’architettura urbana e ambientale, come capacità creativa del territorio di Acqualagna in “avamposto nel silenzio”, pietra su pietra.

Write your comment here ...

Lascia una risposta

footer-loghi